Ultime corsette sotto la pioggia “nel deserto”

Devo controllare le statistiche, ma di certo non capita tutti i giorni che a Las Vegas piova praticamente ininterrotamente per tutto il giorno. Fortunatamente sono riuscito a fare una scappatina all’Expo, senza lavarmi troppo, pettorale recuperato, cosi sono pronto per la partenza. L’expo non era niente male, con qualche prezzo interessante (infatti ho preso le Cumulus 9 a 81 Dollari, cioe’ 56 Euro), inoltre ho sfruttato l’occasione del buon prezzo piu’ il cambio dollaro/euro per prendere il G3 della polar. E’ un’estensione per l’RS800, che aggiunge la funzionalita’ GSP. Senza troppa voglia ho fatto i miei 35-40 minuti tranquilli, sotto la pioggia. Poco male per la pioggia, e’ stata una buona scusa per fare una giornata tranquillissima, con Internet in stanza, auto massaggio alle gambe, un po’ di ghiacchio alla caviglia, ed infine con i 10-20 menu’ forniti dal motel, non e’ stato difficile scegliere la cena e farsela portare in camera.
Per nuove esplorazioni a Las Vegas avro’ un pochino domani e magari domenica sera, se non sono troppo cotto. In compenso ieri sera sono, mentre ero a caccia della mia cena, ho fatto qualche foto, di qualita’ scadentissima, sono fatte con il cellulare, ma che rende l’idea di quale strano posto sia Las Vegas. Si puo’ camminare dentro ai Casino passando da uno all’altro all’infinito, e le distese di slot machine e vari tavoli da gioco e’ molto piu’ impressionante di quello che si riesce a percepire da film o comunque in video.
Oggi mentre cercavo di uscire dal Casino’ che ospitava l’Expo, c’ho messo cosi tanto che mi sono deciso a buttare 6 dollari nelle slot machine. Primi 4 colpi a vuoto, poi ho vinto 2 dollari, che ho perso nei 2 colpi successivi. Tanto per dire che ho partecipato :)
La sala dove mi sono fermato, era tipo a forma di L, e il lato lungo deve essere stato almeno 100 metri. Tutto alternato fra file e file di slot machine e tavoli da gioco. Domenica devo ricordare di giocare il 27, 16 e 11 che “alla fantozzi” mi sono stati chiesti di giocare da conoscenti vari! Se perdo, mi pagano una birra (equivalente alla giocata minima), se vinco, gli porto i soldi … quasi quasi spero di perdere, ahah! Magari mi giochero’ un numero anche io, stando in tema maratona, sarebbe bello potersi giocare i minuti del tempo di arrivo, ma nella roulette si arriva solo fino a 36, peccato proprio che io stia puntanto al 2h39’59″ (New York insegna)

dsc00028.JPG dsc00029.JPG dsc00032.JPG dsc00034.JPG