Archive for the ‘ Persone & Idee ’ Category

Zeitgeist Addendum: the movie

“There are two ways to conquer and enslave a nation. One is by the sword. The other is by debt”

(Ci sono due modi per conquistare ed asservire una nazione. Uno é la spada. L’altro é il debito)

John Adams, 1735-1826

zeitgeist-addendum.jpg

http://www.zeitgeistmovie.com/

Passaparola del 22 Settembre: Mills giudicato, Berlusconi condannato

Continuano le balle raccontate da Silvio Berlusconi e i suoi avvocati a proposito dei processi a suo carico o che in qualche modo lo riguardano. Ma cosa vergognosa non é quello, in fondo chi non tira l’acqua al suo mulino? La cosa vergognosa é che le sue balle non vengono messe in prima pagina da tutti quotidiani e TG che volessero avere una possibilitá di essere considerati seri. Ho visto diverse volte a tutta pagina, qui in irlanda, facce di politici con sopra o sotto la scritta cubitale LIAR (bugiardo). Quando inizieranno anche da noi? É ora, i bugiardi che ne dicono grossissime ce ne sono. Berlusconi é stato capace di lamentarsi che gli hanno assegnato un avvocato d’ufficio, come se l’assenza della sua schiera di avvocati non fosse programmata e decisa a tavolino preventivamente. Bugiardo, e vergnona a chi non te lo urla con tutte le i suoi mezzi, io ho solo questo!

Segue il testo della trascrizione, link originale. Clicca su more per vedere tutto il testo.

Read more

Charity for Berlin: collected over 100%

English: I’m very happy to see that my charity collection passed today the 100% of the target amount. I still have 4-5 weeks before the end of the collection, and hopefully I can still grow a little. In any case really thanks a lot to all the people that donated any amount (I’ll do a complete list at the official end of the collection). Now is turn to try to stick to my commitment for the race, I’ll do my best, reaching the amount before the marathon is also a good motivation to do well.
Italiano: Sono molto contento di vedere che la raccolta di fondi per beneficenza ha passato oggi il 100% della cifra obiettivo. Ho ancora 4-5 settimane prima che la raccolta sia chiusa, e spero che la cifra possa ancora salite un pó. Grazie comunque a tutti quelli che hanno fatto una donazione (faró una lista completa alla fine ufficiale della raccolta). Ora é il turno di fare del mio meglio domenica per rispettare il mio impegno per la gara. Faró del mio meglio, avere raggiunto prima della maratona stessa l’obiettivo per la raccolta, é sicuramente un altro modo per motivarmi a fare bene domenica in gara.

Documentario della BBC: “L’eredità del fascismo”

Visto che la RAI ha comprato da tempo questo documentario e non lo ha mai mandato in onda, lo si puó guardare tramite gli ampi stralci mandati in onda da La7 nel 2004. Visto che il tempo stá annacquando i lati peggiori del fascismo, é il caso di fare sempre circolare questi video. É scandaloso come l’Italia non abbia fatto nessun processo simile a quello cui la Germania si é sottoposta, di lettura super critica di ció di cui ci si é resi attori o testimoni passivi. Questa secondo me é la ragione per cui la gente si proclama ancora fascista, nella maggior parte dei casi perché non ha nemmeno idea di cosa sia stato il fascismo.

Una piccola presentazione dei video: Fascist Legacy (“L’eredità del fascismo”) è un documentario della BBC sui crimini di guerra commessi dagli italiani durante la Seconda Guerra Mondiale. La RAI acquistò una copia del programma, che però non fu mai mostrato al pubblico. La7 ne ha trasmesso ampi stralci nel 2004. Il documentario, diretto da Ken Kirby, ricostruisce le terribili vicende che accaddero nel corso della guerra di conquista coloniale in Etiopia – e negli anni successivi – e delle ancora più terribili vicende durante l’occupazione nazifascista della Jugoslavia tra gli anni 1941 e 1943. Particolarmente crudele la repressione delle milizie fasciste italiane nella guerriglia antipartigiana in Montenegro ed in altre regioni dei Balcani. Tali azioni vengono mostrate con ottima, ed esclusiva, documentazione filmata di repertorio e con testimonianze registrate sui luoghi storici nella I puntata del film. Il documentario mostra anche i crimini fascisti in Libia e in Etiopia. Nella II puntata il documentario cerca di spiegare le ragioni per le quali i responsabili militari e politici fascisti -colpevoli dei crimini- non sono stati condannati ai sensi del codice del Tribunale Militare Internazionale di Norimberga, per crimini di guerra e crimini contro l’umanità. Conduttore del film è lo storico americano Michael Palumbo, autore del libro “L’olocausto rimosso”, edito -in Italia- da Rizzoli. Nel film vengono intervistati -fra gli altri- gli storici italiani Angelo Del Boca, Giorgio Rochat, Claudio Pavone e lo storico inglese David Ellwood.

Parte 1

Parte 2

Parte 3

Parte 4

Parte 5

Energia: fosse tutto vero … be, risolveremmo anche l’innalzamento dei mari magari no?

Antonio mi segnala questo video, per sbaglio un tale é riuscito aD ottenere tramite onde elettromagnetiche, la combustione di acqua salata. Spero solo che l’energia per generare quelle onde elettromagnetiche non sia superiore a quella ottenuta dalla combustione.

Essere mafiosi oggi, dire, non dire, alludere ed insinuare


Per bocca del fido Fede, qualcuno continua a spargere discredito per chi é minacciato dalla malavita organizzata per avere scritto e denunciato. Piccole cose per far capire di che pasta é fatto Fede, e chi gli da le direttive per cosa dire di uno come Gaviano nel suo telegiornale (o almeno cosidetto). Fra un iniziale associarsi alla solidarietá dei sindacati dei giornalisti, poi si insinua che siccome Gaviano poi vende e fa i “soldini”, allora peró … eh si si … peró …
Peró cosa Fede? Sei per la mafia o contro la mafia? Cosa c’entra la solidarietá contro le minacce mafiose con i soldi guadagnati? Allora se la Mafia accusasse Berlusconi cosa diresti … peró lui ha le sue aziende, fa tanti bei “soldini” …
Questi sono i mezzi di chi comanda oggi in Italia, che vergogna, a quanto pare a qualcuno, in Mediaset, fa comodo dare contro a chi da fastidio alle organizzazioni mafiose.

Passaparola dell’8 Settembre 2008: “Angelino Jolie”

Trascrizione a seguire!
Read more

Heartland.it: new free issue, “The Polar Game”

heartland_book_the_popolar_game.jpg “Our planet is becoming larger. Not in a physical sense but as in geopolitical space. A new, immense territory of approximately 30 million square kilometers – one hundred times the size of Italy and one-sixth of terrestrial mass. It is the Arctic, occupying half of the Polar Sea that connects the Atlantic to the Pacific, which remains covered by ice for nine months of the year. However, the elevation of temperatures is redesigning the environmental profile of the extreme North. From 1994 to today, its icy surface has been reduced beyond 40,000 square kilometers per year and the medium thickness of ice has diminished by 40%. This theme seems destined to increase; a forecast by some authorities of climatology. And thus the curtain rises revealing a completely new geopolitical and economic scene. The “game for the Pole” has begun…

Download pdf from heartland.it!
Download pdf from here!

Conoscere la Cina al di la dei luoghi comuni: Limes numero 4/2008

limes_4_2008.jpg Sto leggendo l’ultimo numero di Limes, il 4/2008, non a caso tratta il tema Cina! Un bel numero, consigliatissimo per chi volesse farsi un’idea della Cina che vada oltre i 4 luoghi comuni perpetrati all’infinito da telegiornali, molti dei politici (i peggiori) e l’informazione superficiale, cioé in pratica il 99% dell’informazione di massa. Gli articoli sono chiari e fanno capire bene il percorso della Cina, ed al di lá del condividere o meno scelte e percorsi fa capire alcune fondamentali differenze fra Cina e resto del mondo, differenze che se non chiare in mente, rendono inutili molti degli usuali discorsi di critica che vengono fatti alla Cina. Non che la Cina non meriti critiche, anzi, ma sarebbero molto piú centrate (e da parte dei nostri governi costruttive) se fossero inserite in una corretta comprensione di quelli che é ma soprattutto non é la Cina.

Articolo: perché qualcuno vuole questa separazione delle carriere dei magistrati?

Leggo un interessante e chiaro articolo di Bruno Tinti, dove senza tanti fronzoli viene al pettine il motivo per cui da anni, alcuni governanti non fanno altro che parlare di separazione delle carriere per i Magistrati, come se fosse la soluzione a tutti i problemi della giustizia. Link originale all’articolo

segue il copy & paste del testo!
Read more