Mai rilassarsi, stavolta quasi me lo aspettavo

Eccomi qua, per il principio che ho anche cercato di raccontare nel mio libro, per cui bisogna provare ad essere pronti e notizie non sempre rosee eccomi qua, con notizie non esattamente rosee.
Non so come dire, in un certo senso me lo aspettavo quasi, speravo ovviamente di avere un controllo liscio come i precedenti, ma sapevo che prima o poi qualche cosa sarebbe potuto cambiare.
Ed è cambiato.
Intanto il controllo, perché poi dopo c’è anche un peggioramento dei miei noti acciacchi e da una settimana praticamente vivo in casa non riuscendo a stare alzato, e poco anche seduto.
Dicevo i controlli! Pare che nella tac alla testa ci siano delle ombre che stanno comparendo, sono diverse e generalmente tutte piccole e indicano quasi sicuramente la nascita di metastasi a livello celebrale. Tipo nella parte alta della fronte, nel lobo occipitale, insomma un po in giro.
Faremo esami del sangue accurati per escludere infezioni (tipo toxoplasmosi) ma verosimilmente dovrebbero essere metastasi e così andranno trattate. Interverremo velocemente con la radioterapia che in presenza di metastasi così “fresce” ha la possibilità di essere risolutiva!
Poi, visto che i problemi non vengono mai soli, i polmoni. Qui i segnali sono alterni, se da una parte c’è un rimpicciolimento delle metastasi di riferimento, pare ci sia un inspessimento della massa più importante e l’apparire di alcune metastasi minori sparse nei due polmoni.
Significato, la terapia attuale non riesce più a garantire la stabilità, quindi va cambiata.
Prossima scelta un chamioterapia a base settimanale con seguenti controlli periodici.
Ergo, un po me lo aspettavo ma resta certo una notizia negativa, dovrò rimettermi in gioco con la chemioterapia, mentre la terapia molecolare era nettamente più semplice da fare, sia perché era in pillole a casa sia per gli effetti collaterali quasi irrilevanti.
Poi la radio, a parte rimanere senza capelli, ma il radioterapista mi spigherà meglio le implicazioni di questa e queste sessioni, bisognerà sperare che sia efficace, anche perché ora è il momento migliore per agire.
Insomma, ecco un bell’aumento, e brusco, di pendenza, siamo sul pezzo e ci diamo dentro ma resta il fastidio di vivere bloccato in casa e dover riscoprire un ritmo giornaliero diverso. Non riesco più a fare la piscina come una settimana fa, quindi proverò a inserire una sessione giornaliera di cyclette.
Fortuna che fra l’estate e fino ad ora erano piu i giorni in cui ho fatto la mia sessione quotidiana, arrivando a questo momento potenzialmente sedentarissimo un minimo tonico.
Adesso bisogna provare a pedalare un minimo ogni giorni, stando sedentari quanto basta per sopportare i fastidi!
Poi qualche buona lettura e una riscoperta, di diversi principi sull’alimentazione non nuovi ma che voglio rinfrescare oltre che più genericamente all’approccio mentale ad una malattia come il cancro!
Ecco qualche titolo, due li ho in lettura al momento e non manco mai (vero Moro? ;) di pescare spunti, segnarli e applicarli!!!!

http://www.amazon.it/Anticancro-Prevenire-combattere-tumori-naturali/dp/886061726X