Fortuna e sfortuna ma soprattutto pazienza

Vengo a meno della promessa di non parlare di malattia, ma visto che ho fatto il controllo di cui parlavo, non potevo certo non scrivere due righe. Ed a quanto pare è arrivato il momento, direi atteso, di avere qualche buona notizia.
E le buone notizie sono due. In pratica la prima riguarda il controllo, fatto dopo i 3 cicli della nuova chemioterapia. Gli oncologi si sono mostrati abbastanza contenti, valutano il tumore stabile nei polmoni, ed hanno visto un iniziale miglioramento nella consistenza delle ossa trattate con radioterapia. Ci sono comunque altri dettagli secondari che comunque fanno pensare ad un effetto del farmaco.
Quindi la via ora è di procedere con gli altri 3 cicli di questa terapia, per arrivare a 6, ed a quel punto rifare il controllo e vedere come procedere. Nuovamente al controllo si potrebbe avere un aumento, una stabilità o una regressione, che sarebbe la cosa migliore. Comunque inutile fare tante ipotesi, ho già iniziato il quarto ciclo, in poco più di 2 mesi sarà già tempo di fare un nuovo controllo.

L’altra buona notizia è arrivata abbastanza insperata. Per chi seguisse il blog da un pò, tempo fa avevo parlato di una mutazione genetica, che se presente permette di avere possibilità buone che una determinata terapia basata su farmaci in pillole, abbia un buon effetto. Il test inizialmente era negativo, ma ho poi scoperto che questa mutazione avviene in un gene, ma può avvenire in 4 parti del gene in questione. Inizialmente io ero negativo, cioè niente mutazione, in 2 di queste 4. Solo oggi sono venuto a sapere che invece ho la mutazione in un’altra di queste parti. La mutazione si chiama EGFR e per chi avesse a che farne è possibile averla nei segmenti 18, 19, 20 o 21. Controllate bene che vengano testati quantomeno 18, 19 e 21.
Questa è potenzialmente una notizia molto buona, perchè nel caso della mutazione che mi hanno trovato, difficile da avere per gli europei maschi (i parametri migliori per averla sono non fumatore, asiatico e donna), fa si che le statistiche di efficacia di questi fermaci siano buone. Ovviamente si parla sempre di statistiche, di certezze assolute non ce ne sono, ma certo meglio iniziare una cura con il 75% di possibilità di buon esito, anzichè il 30%!!!

Quindi bene così, e questa volta metto un video ma non con una canzone. L’ho già fatto per email, ma lo metto per ringraziare questo gruppo di colleghi di Dublino, nonchè amici e compagni di diverse spedizioni per la maratona di Connemara. Non a caso alcuni di loro probabilmente non sapevano cosa facessi come tesi di dottorato a Dublino, ma di certo sapevano che correvo parecchio :D Viva l’amicizia e viva la corsa!!!


thanks again lads, hope you don’t mind if I publish your video, but I really want to show this video you prepared for me to many other of my friends and runners!!!