Un primo assaggio di velocitá, tanto per calibrarsi e ripartire

E si riparte dalla velocitá, ne sento il bisogno, quindi eccomi qua. La settimana scorsa giusto 43km in 4 uscite tutte tranquille, 3 nei saliscendi del Gargano ed una in quelle Cesenati. Questa settimana quarta uscita oggi, domani faró una quinta. Giovedí ho inserito 6 volte i 200 metri, corricchiando nel mezzo, ho provato a spingere a piacere, tanto per sentire che dicevano le gambe. Ritmi veloci ma non da sprint, fra i 2’50 ed i 3′ al km. Le gambe hanno risposto bene direi, giravano senza problemi. Poi ieri un fartlek a piacere, circa 1′ veloce e 2′ lenti, circa 25′, ed un totale di 13km circa. Oggi invece ho voluto fare delle ripetute “vere”. 400 metri sull’asfalto, con recupero pieno da 1’20″ in corsetta quasi sul posto. É stato un primo test, per calibrare poi i prossimi 400 metri, come tempo e recuperi. Volevo in primis, non strafare, ma anche spingere quel tanto che bastava perché fosse un test indicativo.
I tempi e battiti massimi degli 8 400metri sono stati:

72″6 -154
75″8 – 156
75″6 – 157
74″6 – 157
74″4 – 158
76″6 – 156
77″2 – 155
73″8 – 157

Buone sensazioni, mi dovró riabituare ai battiti alti, che con la preparazione per la 100km non erano spesso chiamati in causa. Le gambe sono andate bene, c’é sempre un certo gusto a lasciar andare la falcata e spingere. Direi buona la prima e dalla prossima settimana faró qualche ripetuta piú seria.