Calendario Maratone 2009: l’imbarazzo della scelta e un minimo di stacco

Finita la stagione, anzi la lunga stagione delle maratone, ho piú voglia di pensare al calendario 2009 ed a come rifare la preparazione, piú che a riposare. Ovviamente faró tutti e due, ma lo prendo come un buon segno. Il recupero dopo Reggio Emilia é stato come meglio non potevo chiedere, indolenzimento abbastanza ridotto, niente peggioramenti lunedí o martedí, anzi subito ho sentito miglioramenti. Poi mercoledí mi sono voluto trattare bene ed ho fatto un massaggio da 1 ora, che mi ha letteralmente spazzato via ogni resto di indolenzimento. Grazie alla signorina Croata, massaggio profondo e perfetto devo dire, mi sono alzato senza piú nemmeno quei leggeri indolenzimenti ancora rimasti, e non si sono piú ripresentati, ne alla sera ne la mattina dopo. Vuol dire che nonostante la lunga stagione, ero arrivato integro, e che a Reggio sono veramente riuscito a dare il meglio senza raschiare troppo il fondo, cosa che solitamente ti fa avere poi riscontri pesanti come dolore alle gambe nei giorni successivi.

Come ogni tanto capita ho cercato con google un po di liste di maratone, ed ho trovato questo ottimo link (world marathon), mese per mese ha una lunga lista di maratone in giro per il mondo, Italia compresa. Avevo giá una mezza idea ed un punto fermo. Connemara il 22 Marzo 2009, un pó prestino quest’anno, quindi credo proprio che salteróla mia usuale prima maratona fatta come allenamento, mentre cercheró di fare bene Connemara anche se probabilmente non saró ancora al meglio.
Dopodiché avrei volentieri accompagnato Markus a Rotterdam, ma é solo a 2 settimane da Connemara, cosa fattibile si, ma visto che Rotterdam é piatta sarebbe bello poterla fare al massimo, e 2 settimane dopo Connemara, proprio al top potrei non essere.
Inoltre con il Club dell’Universitá organizzeremo una maratona insieme, o Belfast (4 Maggio) o Cork (1 Giugno). Se andremo per Cork direi che mi piacerebbe fare o Vienna (19 Aprile) oppure Padova (26 Aprile). Originariamente avrei voluto fare Londra, insieme al compagno di corse Adriele, ma mi sono mosso tardi ed ora per partecipare resterebbe un complicato affiliamento ad un club UK per entrare grazie al personale buono, e ho deciso di lasciare perdere, sará per il 2010 magari. Boston anche l’ho messa in archivio, il budget per il 2009 non era chiaro, ed anche Boston la ritireró fuori magari per il 2010, sperando di avere un budget piú capiente.
Come dicevo, se invece con l’Universitá decideremo di correre a Belfast, chercherei poi qualche cosa per fine maggio o inizio giugno. Tenere il budget basso mi porterebbe a correre Cork, e perché no, non l’ho mai fatta, oppure c’é sempre Edinburgo e Stoccolma (che peró ha giá chiuso, ma mi é stato detto che alla mattina della gara, le iscrizioni vengono eccezionalmente riaperte per chi va direttamente all’ultimo momento).

Insomma c’é l’imbarazzo della scelta, potrei anche decidere per un trittico Irish, oltre a stare basso di budget sarebbe anche un bel modo per difendere i colori del mio Club (Crusaders AC) in giro per la madrepatria (quella del club).

Parlando di preparazione e stacco in realtá mi faró una rivisitazione di questa preparazione nei prossimi giorni, senza fretta. Credo che meriti di essere presa come struttura base, cercando i punti deboli ed in generale le cose da migliorare. Nel frattempo voglio passare il natale senza ritornare oltre gli 80kgr e continuando a corricchiare, senza programmi, senza tempi prefissati, a voglia e sensazione. Inoltre devo stare attento a portare avanti il potenziamento per il polpaccio, la fisioterapista Miamh ha fatto un ottimo lavoro da fine Agosto ad ora, che mi ha permesso di correre a Reggio senza il minimo fastidio, ma riposare senza potenziare il polpaccio mi regalerebbe, probabilmente, una ripartenza con piú fastidio a polpaccio e tendine, rispetto alle ultime settimane prima dell’ultima maratona.