Allenameti: l’ultima “fatica” ed ora riposo attivo

Ieri posso dire di aver fatto l’ultima “fatica” pre Reggio, niente di esagerato, ma a 10 giorni dalla Maratona ho fatto 23km con riscaldamento lungo di 6km tranquilli e poi 15km a ritmo maratona, per finire con 2km di defaticamento per rientrare alla partenza. Fatica per modo di dire, visto che a quel ritmo ne voglio fare 42 fra 10 giorni, ma le 3 settimane passate hanno lasciato un pò di stanchezza, normale, e dopo 29 settimane di preparazione per le maratone di autunno e 2 maratone, la cosa non è assolutamente strana. E’ stata una stagione molto lunga, ma stò bene, semplicemente l’allenamento di ieri mi ha dato sia conferme che un avviso. Conferme perchè il ritmo maratona obiettivo, che ho in testa, è ora un ritmo che tengo con facilità, come mi piace dire, stando seduto sul ritmo, e non spingendo ad ogni falcata. Un piccolo avviso invece è arrivato dalla stanchezza, è vero che il giro era misto erba/asfalto, l’erba era molto bagnata con tratti di fango, e poi c’era il solito medio/intenso vento irish, però nonostante questo i battiti medi sono venuti fuori un filo alti. In pratica i 15km che ho corso erano ai battiti che dovrei avere dal km 15 al km 30 circa e non nei primi 15km. Niente di preoccupante, e che non possa essere recuperato riposando il giusto, 320km nelle ultime 3 settimane per i miei standard sono tanti, sono convinto che già a metà della prossima settimana avrò riscontri confortanti dal battito medio in discesa, attorno al ritmo maratona.

Ieri comunque è andata così:

6km easy di riscaldamento (sui 4’30″)

15km con:
tempo – battiti medi
3’39″ – 139
3’42″ – 150
5’06″ – 137 (1’20″ di inprocrastinabile pausa pipì)
3’39″ – 148
3’47″ – 149
3’45″ – 150
3’42″ – 151
3’42″ – 151
3’44″ – 152
3’43″ – 153
3’46″ – 153
3’49″ – 152
3’46″ – 153
3’46″ – 152
3’43″ – 154

Ho cercato di tenere un ritmo di fatica “equivalente”, visto vento e percorso (per la cronaca correvo con le Adrenaline GTS8, a Reggio correrò con le DS Trainer 13). Il riferimento è 3’43″/km, e forse dovevo rallentare anche un paio di secondi in più (la media è stata poco più di 3’44″, pausa pipì esclusa). Sono comunque contento, il vento mi ha aiutato poco a rilassarmi sul ritmo, ma nonostante i battiti un filo alti mi sentivo sufficientemente rilassato sul ritmo e di correre facilmente. A Reggio certo il vento potrebbe esserci, anche se spero di no, ma quantomeno sarà tutto asfalto liscio (forse ci sono 1-2 brevi passaggi di strada bianca, se non ricordo male) e la presenza di altri podisti, a cui accodarsi, ovviamente può solo aiutare nel tenere il ritmo risparmiando energie.

Per i prossimi giorni quindi, qualche ritmo maratona breve lo metterò ancora, magari martedì prossimo anche un minimo di variazione di ritmo fra ritmo maratona e ritmo mezza, ma corto. Infine in questo weekend niente doppi o lunghi con ritmi veloci, farò solo un lungo lento, qualche cosa attorno ai 25km andrà benone!
Last but not least il peso, ho ripreso un chiletto attorno all’ultimo weekend, tornando sui 78.5 dai 77.5 precedenti, bisogna che rientro nei 77, visto che poi il riposo e carboload degli ultimi 2-3 giorni pre Reggio mi riporterà certamente poi su di un mezzo chiletto!