Archive for the ‘ Persone & Idee ’ Category

Recensione del libro sul numero di x-run di Ottobre 2012

Ecco l’articolo con cui i ragazzi di x-run (http://www.xrun.eu) hanno fatto un recensione del mio libro sulla loro rivista.
Inoltre occhio, sul prossimo numero ci sarà un racconto di ispirazione podistica e genere fantascienza insieme alla rivista. Per chi è interessato comprate anche il prossimo numero, il libretto x-run è assai interessante, vale la pena di dilungarci anche nel prossimo numero. Sul link online è possibile sfogliare l’intera rivista in digitale!

Ecco le due pagine di recensione:

Giornata del self-publisher, il 15 ottobre (e dintorni) ben 18 libri a 99 centesimi l’uno! Tutti nello stesso giorno!

Riporto qui l’iniziativa di un gruppo di autori che si autopubblicano, di cui faccio parte anche io! Ecco il succo dell’iniziativa e il link dell’evento: Evento su Facebook Giornata del selfpublisher!

18 Autori Indipendenti uniti per un giorno!
Per una volta, forse la prima, alcuni autori indipendenti si riuniscono per promuovere una giornata di lettura!
Lunedì 15 ottobre troverete ogni titolo esposto qui sotto a soli 0,99 euro su Amazon.it.
L’iniziativa “Uniti per un giorno” nasce per l’esigenza di ricordare a tutti che l’autore indipendente, o self publisher, è una realtà in continuo fermento, capace anche di organizzarsi per offrire proposte come questa.
Un solo post per 18 opere, tra libri digitali e racconti di generi diversi, alcuni dei quali per mesi sono stati, e sono tuttora, nei primi posti delle classiche di Amazon.
Tante letture, con le loro trame emozionanti, ti aspettano per tenerti compagnia, allietarti, e perché no?, sconvolgerti. Fatti avanti, non perdertelo: tutto a 0,99 euro, lunedì 15 ottobre, su Amazon.it!

GERMANO DALCIELO

http://www.amazon.it/Il-Peccatore-discepolo-ombra-ebook/dp/B009PP0470/ref=sr_1_4?s=books&ie=UTF8&qid=1350119857&sr=1-4

Il Peccatore – Il discepolo ombra

ERCOLE DE ANGELIS

https://www.amazon.it/dp/B009HE9V0U

Il segreto di Ambrise

FEDERICA FIORANI

http://www.amazon.it/Morte-nella-camera-malata-ebook/dp/B0091S93Q4/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1349893165&sr=1-1

Morte nella camera della malata

SIMONE GRASSI

http://www.amazon.it/Corsa-lArte-Vivere-Cancro-ebook/dp/B0084GMBX6/

Lo Zen, la Corsa e l’Arte di Vivere con il Cancro

FRANCESCA SONIA LABRIOLA

http://www.amazon.it/sogno-riva-romanzo-lestate-ebook/dp/B008L57AXG/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1349975718&sr=8-1

Un sogno in riva al mare (romanzo per l’estate)

LEI & VANDELLI

http://www.amazon.it/Gioia-di-mamma-ebook/dp/B009622IYY/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1349871492&sr=1-1

Gioia di mamma

CLAUDIA MAURO

http://www.amazon.it/Schegge-di-Vetro-ebook/dp/B009FODPJ0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1349894338&sr=8-1

Schegge di Vetro

ANNA RITA ROSSI

http://www.amazon.it/La-danza-maledetta-ebook/dp/B008OAOWDO/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1349900599&sr=8-1

La danza maledetta

ELISABETTA ROSSI

http://www.amazon.it/Cronaca-omicidio-peso-rimorso-ebook/dp/B009622F9W/ref=sr_1_15?ie=UTF8&qid=1349897496&sr=8-15

Cronaca di un omicidio #2 – Il peso del rimorso

RAFFAELLA SAMBOLINO

http://www.amazon.it/Il-Mondo-nascosto-ebook/dp/B008CVO3GQ/ref=cm_cr_pr_product_top

Il Mondo nascosto

GIUSEPPE SANTUCCI

http://www.amazon.it/ovvero-lultima-estate-costante-ebook/dp/B008J157UK/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1349940030&sr=8-1

70, ovvero l’ultima estate di un uomo costante

GENERE FANTASY:

MADDALENA CIOCE

http://www.amazon.it/Forgotten-Times-Redenzione-Dannati-ebook/dp/B009AR1LY8/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1349939292&sr=8-1

Forgotten Times – La Redenzione dei Dannati

MARA FONTANA

http://tinyurl.com/laguerradeigranditumuli

La Guerra Dei Grandi Tumuli (Nuova Galatia Saga)

ALESSIO GALLERANI

http://www.amazon.it/ROOTWORLD-La-Trilogia-completa-ebook/dp/B008CPFNL6/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1350027550&sr=1-1

ROOTWORLD – La Trilogia completa -

ELENA GARBO

http://www.amazon.it/Pietra-Shinig-Le-Pietre-Potere-ebook/dp/B008XJFM3K/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1350027596&sr=1-1

La Pietra del Sole (Shinig-Le Pietre del Potere)

SIMONE LARI

http://www.amazon.it/Nemesi-Mondi-Chiamata-Destino-ebook/dp/B009L9EYMG/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1349513217&sr=1-1

La Nemesi dei Mondi (La Chiamata del Destino)

LORENA LAURENTI

http://www.amazon.it/TRI-Capitolo-primo-profezia-ebook/dp/B0075YHQEW/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1349902413&sr=1-1

TRI – Capitolo primo: La profezia

ANDREA TRANCHINA

http://www.amazon.it/gp/product/B008JGIT64/ref=s9_simh_gw_p351_d0_i1?pf_rd_m=A11IL2PNWYJU7H&pf_rd_s=center-2&pf_rd_r=0ASF7765Q57XC3FXZZTX&pf_rd_t=101&pf_rd_p=312234427&pf_rd_i=426865031

Il Sigillo di Moira – Il libro nero

Non hai un e-reader? Poco male: Amazon ti permette di scaricare gratuitamente l’applicazione con cui potrai leggere ogni e-book su iPhone, iPod Touch e Android, o su iPad e altri tablet, persino sul tuo PC Windows o Mac!
Eccovi il link:

http://www.amazon.it/gp/feature.html/ref=sv_kinc_1/277-9863151-3672754?ie=UTF8&docId=1000576423

Sognare correndo in acqua

Le sedute in piscina procedono, direi anche bene. Praticamente sono andato in piscina 9 volte negli ultimi 11-12 giorni. Soprattutto cinque volte la settimana scorsa e anche oggi, facendo sempre un bel lavoro, 20 vasche con cintura galleggiando per poter correre. Ogni vasca dura circa 3′ poi 30″ circa di recupero e si riparte. Insomma circa un’ora di corsa attiva e 5-10′ di pause. Oggi ho allungato un po’, mi fa bene e mi fa faticare, ma vorrei tenere l’asticella pronta ad alzarsi. Il mio fisico ha bisogno di faticare, e anche se i fastidi nevralgici degli ultimi due mesi non sono scomparsi, in acqua il discorso è diverso. Non ho sollecitazioni che avrei camminando, e che ho pure da seduto e anche steso. Quindi tutti i movimenti anche di puro spostamento che ora riduco al minimo per via di questi fastidi, vanno compensati con questi lavori.
Poi, quando i fastidi saranno passati, si potrà parlare finalmente, di corsa su strada.
Ancora non mi hanno fissato le sedute di Radioterapia che hanno deciso di fare per stemperare i fastidi ossei dovuti alle lesioni che comunque, anche se stabili, sono sparse parecchio in giro. Soprattutto saranno sessioni nella zona sacrale e del bacino, la dove i fastidi alloggiano. Non c’è purtroppo stato un medico in grado di dirmi quale fascia di nervi è colpita come, e soprattutto che fare di pratico e immediato affinchè questo finisca e io possa liberarmi dei fastidi. Ci si deve accountentare di fare dei tentativi, e nel frattempo ho maturato l’idea che un fisico un poco più forte possa anche dare stabilità e meno sollecitazioni a quei fasci di nervi in uscita dalla spina dorsale, che al momento creano problemi. Quindi visto che non mi ruzzolo dal male come tempo fa, e riesco a stare in piedi decentemente, l’attività fisica è ora una priorità!
Anche la cyclette va benino ma non è come la piscina. Ho provato, tanta gomma piuma a imbottire la sella rendono la cosa fattibile, nonostante uno dei fastidi nevralgici, sia proprio localizzato all’interno del cavallo, regalandomi notevoli fastidi soprattutto quando mi siedo, tenuti a bada solo da cuscini ben sagomati.
Comunque, la cyclette è li, verrà usata quando non si riesce ad andare in piscina, e per ora piscina, proprio oggi è incrementato a 24 vasche, circa 1h12′ di lavoro che spero di far aumentare presto verso l’ora e mezza.
Fortunatamente la sera lo sento, sono più stanco, ottimo e infallibile metodo per capire se si è lavorato durante una qualsiasi attività fisica.
Inoltre la piscina quando non è piena è uno spettacolo, ce la si gode anche solo a guardarla, anche se non basta!

La colonna sonora continua nella linea nota, a parte qualche mezzoretta a tentare di ascoltare qualche audiolibro. Ho trovato i promessi sposi, ma il volume è troppo basso, dovrò cambiare gli mp3 per migliorarlo. Comunque ho fatto qualche ricerchina, e online si trova qualche cosa di gratuito.
Lato musica il brano del giorno è il seguente, credo che presto potrei rievocare quanto successo nel capitolo ventunesimo del libro, parte di corsa, dal titolo “la corsa perfetta”. L’immaginazione è li a disposizione, perché usarla per intrattenerci durante una lunga sessione potenzialmente noiosa?

Approposito di libro, il link per comprarlo è sempre quello: www.simonegrassi.biz

Ancora Connemara, Ancora il Libro

(English speaking: below the message in English about the next Connemara marathon charity collection)

Dopo un periodo un pò dormiente, rieccomi con Connemara e il libro.
Fortunatamente non ci sono news mediche, per la cronaca, i prossimi controlli devono ancora arrivare e ora che se n’è andata la neve magari riinizierò anche a correre.
Dicevo Connemara, allego sotto l’email in Italiano e Inglese che ho inviato ai miei contatti per informare sull’iniziativa di andare a Connemara e pubblicizzare anche la raccolta fondi relativa.

Per donare una qualsiasi quota basta andare a questo link:

http://www.mycharity.ie/event/simone_grassis_event

Infine il libro, è finito, non c’è ancora una edizione ufficiale.
Serve un pò di pazienza. Ai lettori di test è piaciuto e ne sono molto contento, a un paio di editori locali anche, e mi hanno fatto una loro proposta di pubblicazione, infine sto aspettando feedback da un altro paio di editori. Ci vuole pazienza, hanno tanti testi da leggere e necessitano del loro tempo.

Intanto ho fatto una mailing list, chi fosse interessato a ricevere una email quando sarà acquistabile (online o in libreria dipenderà dall’editore) può iscriversi a questo link:
http://simonegrassi.net/prenotalibro/?p=subscribe&id=1

Nel frattempo sto facendo una non-edizione per me. Poche copie senza prezzo di copertina stampate da me online, senza ISBN e senza possibilità di ordinare il libro. Solo tot copie che arriveranno a me e che io regalerò.
Diciamo che era un modo per attendere feedback da qualche editore non locale, che ha tempi di risposta più lunghi, permettendomi nel frattempo di avere “il libro” vero e proprio, in mano.
Magari metterò la possibilità di segnarsi qui nel blog, se decidessi di stamparne altre copie da inviare. Comunque spero in non troppo tempo di poter avere un editore e potere direzionare chiunque fosse interessato in libreria a ordinarlo oppure a una pagina web per ordinarlo via Internet!

Per ora un saluto e allego sotto le email con le informazioni.
Usatele pure se pensare di avere amici che possano essere interessati, sia a venire a Connemara e camminare con noi la maratona, sia solo a partecipare alla donazione fondi per la raccolta per charity!!!

—————————————————————
Un saluto a tutti,

vi disturbo velocemente per inviarvi qualche istruzione utile per la trasferta Irlandese in occasione della Maratona di Connemara o anche solo per chi volesse supportare il mio programma di raccolta fondi,
fatto a favore dell’associazione http://www.cancercarewest.ie/ legata alla maratona di Connemara.
L’obiettivo è quello di camminare la maratona di Connemara, il prossimo primo di Aprile 2012,
e possibilmente farlo con un gruppo quanto più nutrito possibile di amici, podisti e non.
Per chi non avesse mai visto Connemara, è un posto magico nel nord-ovest d’Irlanda.
C’è qualche foto alla fine di questo post (in occasione dell’ultramaratona del 2010): http://www.simonegrassi.net/?p=6133.

Il link alla pagina da cui fare donazioni è questo:

http://www.mycharity.ie/event/simone_grassis_event

Iscrizione:
Per la partecipazione alla maratona di Connemara è possibile procedere all’iscrizione anche ora che la entry ufficiale è chiusa. Questo è possibile grazie al direttore Ray, che mi ha dato questa possibilità per il gruppo di podisti che verrà in collegamento con me. Noi di base cammineremo la maratona ma c’è la possibilità di iscriversi a qualsiasi evento, mezza maratona, maratona e ultramaratona (finiscono tutte nello stesso luogo).
La camminata inizierò probabilmente un’ora prima della partenza ufficiale della maratona e procederemo con il ritmo all’incirca di 6 chilometri all’ora o simile. Insomma per finire la maratona in sette ore.
Se avrete problemi nella procedura di iscrizione fatemi sapere che provvederò a contattare il direttore, ecco il link (dovete specificare ‘Grassi’ nel campo Authorisation Code)

http://www.runireland.com/forms/cnm2012-late

La entry costa come quella regolare, 70 euro (costosina effettivamente, contate che ci sono due lunghi trasferimenti in bus nel giorno della gara).
A parte questo ho aperto un programma di charity, al quale potete partecipare se volete oppure se avete amici che vogliono sponsorizzare voi, possono usare il link alla mia pagina. Ditegli di aggiungere, nel commento, che stanno usando la mia pagina per sponsorizzare voi.
Se volete il vostro programma di charity andate a questa pagina:

http://www.connemarathon.com/cancer-care-west

non so la quota minima a persona che ci si impegna a raccogliere per avere la entry per charity, per immagino sia un minimo variabile fra 250 e 500 euro (ma appunto non lo so, sentite direttamente CancerWest.ie che è la charity su cui mi appoggio io).

Viaggio:
Per il viaggio l’aeroporto con più scelte per volare è Dublino anche se quello più vicino è Galway ma è piccolo. Quindi se arrivate a Dublino il venerdì o sabato, poi c’è un trasferimento di 2-3 ore in autobus o treno.
Il sito dei bus Irish è: http://www.buseireann.ie/ con
il bus andata e ritorno è economico (poco più di 20 euro).
Il bus si può prendere sia all’aeroporto che in centro a Dublino.
Il treno per Galway si prende da Dublin Heuston Station, vicino alla
Guinness store house lungo il fiume. Il sito è: http://www.irishrail.ie/

Accommodation:
Io arriverò a Dublino in anticipo, martedì 27 Marzo, poi mi sposterò a Galway
quasi sicuramente il sabato mattina, 31 Marzo!
Per dormire a Galway ci sono un sacco di ostelli, hotel e b&b.
Io per l’Irlanda spesso usavo http://www.hostels.com/
che va bene sia per Dublino che Galway.
Il pernottamento migliore nella sera prima della gara è a Galway,
perché poi è da Galway che nella mattina della gara gli organizzatori mettono a disposizione i bus per arrivare a Connemara (30-40 minuti di bus).
Il ritrovo la mattina della gara è in zona centrale, dove c’è una grande basilica sul fiume (molto bene visibile su google map).
Io dovrei essere con un gruppo di colleghi di Dublino da Snoozle, attaccato alla piazza centrale di Galway (si Galway ha stranamente una piazza centrale all’Italiana).

fatemi sapere in caso di problemi o necessità di informazioni,
e datemi conferma se avete fatto l’iscrizione e avete intenzione di venire.

per ora è tutto,
a presto,
Simone!
——————————————
English Version:

Hi everybody,

I write to you to send some information about going to Connemara for the next Connemara Marathon
or just for who would like to support my charity program, aiming to collect funds for the
www.cancercarewest.ie association in connection with the Connemara Marathon.
The objective is to walk the Connemara Marathon the next 1st of April 2012 and possibly to
do it with as many as possible of friends, runners and not.
For the people that never sow Connemara it is a magic place in the north-west of Ireland,
There are a few pictures at the end of this post (during the Connemara ultra marathon 2010:

http://www.simonegrassi.net/?p=6133.

the online page where to make donations is:

http://www.mycharity.ie/event/simone_grassis_event

Marathon registration:
To be part of the marathon n Connemara it is possible to subscribe even now that the official deadline is over.
That is possible thanks the race director Ray, who gave this possibility for the group of people coming in
connection with me. The idea is to walk the marathon distance, but it is also possible to subscribe to any
of the events, which are half marathon, full marathon and ultra marathon (they all end in the same place).
The walk will start probably an hour before the official start of the marathon and we will walk at the
pace of about 6km per hour. So to finish the marathon in 7 hours.
If you have any problem with the subscription procedure let me know, I will try to contact the race director,
here is the link for the subscription (specify ‘Grassi’ as Authorisation code)

http://www.runireland.com/forms/cnm2012-late

The entry costs like the regular one, 70 euro. Also I did start a charity program, all of you
can participate if you wish, or, if you have friends willing to sponsor you, you can give them
the link above (mycharity.ie). Tell them to add a comment to the donation, specifying that they are
sponsoring you using my page.
If you want to create your own charity program get info at this page:

http://www.connemarathon.com/cancer-care-west

I don’t know the minimal amount you should collect to have your own entry, I guess if can be in the
dance of 250 to 500 euro (contact CancerCareWest.ie to be sure).

Travelling:
About traveling to Connemara the airport with better choices is Dublin, even if the nearest is Galway, but it is small.
So if you fly to Dublin the friday or saturday, there is a 2-3 hours trip by train or bus to Galway.
Irish bus web site is: http://www.buseireann.ie/ return ticket is quiet cheap (little over 20 euro)
You can get the bus from the airport of the city center.
About the train to Galway the station is Heuston Station, near the Guiness Store House
along the river. Web site: http://www.irishrail.ie/

Accommodation:
I will arrive in Dublin tuesday the 27th of March, then I will move to Galway
most probably saturday morning, the 31st of March.
To sleep in Galway there are a lot of hostels, hotel and b&b.
For ireland I was often using http://www.hostels.com/
which is fine for both Dublin and Galway.
The best choice is to sleep in Galway the night before the race day, cause in Galway there will be
most of the bus from the organization on sunday morning to move people to the race start in Connemara
(about 30-40 minutes trip).
The collection point sunday morning is in the city center, near a big .
I should stay with a group of friends from Dublin in Snoozle, near the main square in Galway.

let me know in case of any problem and needs, and confirm me if you did subscribe or are
going to do it.

that’s all for the moment,
Simone.

Conferme non benvenute e cure

Ho latitato un pochino dal blog, la ragione principale è che dagli esami che mi stavano facendo si stava delineando una diagnosi certamente non positiva, e nei giorni a seguire sono arrivate le conferme. Quella che all’inizio si pensava polmonite e poi magari un infezione più pesante è invece un tumore ai polmoni. Al momento la via da percorrere sono le cure chemio terapiche, che nel frattempo ho iniziato venerdì scorso. Per ora sono a Monaco ma probabilmente dovrò spostarmi in Italia, dopo il primo ciclo, ipoteticamente fra 2 settimane circa. Non so se userò il blog per qualche aggiornamento o meno, al momento non saprei che scrivere, visto che è un blog sullo sport e la corsa. Più che altro voglio riiniziare ad usarlo per il suo scopo primario, dopo le adeguate cure. Comunque sono sempre contattabile all’indirizzo simonegrassi (at) gmail (dot) com
per una volta metto una canzone un pò malinconica ma che mi è sempre piaciuta molto, semplicemente bella!

Italia: informazione sudamericana

Povera sudamerica mi viene da dire, l’informazione italiana é forse molto peggio. E tutta a favorire la Casta. Nonostante gli ultimi deludenti governi (a dir poco). E quello attuale, di gran lunga il piú scandaloso della storia della Repubblica Italiana (per la cronaca, gli elettori di sinistra si sono vergognati dell’ultimo governo e in parte hanno smesso di votarlo, quando inizieranno i votanti di destra a vergognarsi del loro voto? Credo sia ora, piú in basso di cosí dove devono finire per farvi arrossire e vergognare?).
Riposto il Post “Balla a Balla” da Voglioscendere.it, dove per l’ennesima volta Bruno Vespa confeziona busie colossali, dalla caduta del primo governo Berlusconi per colpa di un avviso di garanzia (quando é noto che la Lega aveva giá in precedenza formalizzato al Capo dello Stato la sfiducia) e poi parla mentendo delle indagini su Mastella, affermando che non portarono a nulla. Mentre, nonostante i tenrativi di Mastella e del suo successore di fermare De Magistris, il processo si fará, perché le prove ci sono, sono sostanziose e meritano di finire appunto a processo!!!
Bruno Vespa con Emilio Fede é l’emblema, in modi diversi, ma la maggior parte dell’informazione Italiana é in questa situazione, di vergognoso spalleggiamento del potere, con bugie cosi tanto ripetute che sono oramai diventate parte della storia ufficiale.

Testo completo:
Ferve sui giornali il dibattito sulla crisi dei giornali. Intanto gli stessi giornali continuano a nascondere le notizie (solo Repubblica e il Manifesto han raccontato la vittoria in appello di Santoro contro la Rai che si era opposta al suo reintegro deciso dal Tribunale) e a gonfiare le non-notizie. Per esempio la puntata di «Porta a Porta» con Karol Ratz, arrestato per gli stupri della Caffarella e di Primavalle, poi scarcerato per non averli commessi. Una puntata talmente arrapante da raccogliere appena il 9% di share (1 milione di spettatori). Eppure i giornali le hanno dedicato intere paginate, così i lettori che avevano girato alla larga da Vespa imparano. Non l’avete voluto vedere? Beccatevelo sul giornale.

La sera prima, l’insetto celebrava il Quindicennio Berlusconiano con un servizietto che attribuiva la caduta del primo governo del Cavaliere a «un avviso di garanzia della Procura di Milano» e quella del secondo governo Prodi a «un’inchiesta rivelatasi poi infondata su Mastella e la moglie». Due balle al prezzo di una. Il Berlusconi I cadde perché Bossi gli ritirò la fiducia, in dissenso sulla riforma delle pensioni, anzi su tutto. Il Prodi II cadde perché Mastella s’era accordato con Berlusconi e aveva preso a pretesto l’inchiesta di S.Maria Capua Vetere. Che non s’è rivelata affatto infondata: la Procura di Napoli ha appena depositato gli atti – preludio alla richiesta di rinvio a giudizio – a carico dei coniugi Mastella per concussione. Ma pareva brutto raccontare la verità. Intanto il dibattito sulla crisi dell’informazione prosegue, più appassionante che mai.

Intervista a Gioacchino Genchi: leggete e diffondete

Ho letto (c’é anche il video youtube, vedi link sotto) l’intervista a Gioacchino Genchi. Io credo che non dica balle, che sia un uomo messo alle corde, e che ora si difende con i mezzi che ha, cioé quello che sa. Niente reazioni della stampa, forse per paura del contenuto dell’intervista, forse perché non proprio liberi di pubblicare quello che é rilevante e giusto da pubblicare.

“Io svolgo l’attività di consulente tecnico per conto dell’autorità giudiziaria da oltre vent’anni, lavoro nato quasi per caso quando con l’avvento del nuovo codice di procedura penale è stata inserita questa figura, come da articoli 359 e 360 che danno al Pubblico Ministero la possibilità di avvalersi di tecnici con qualunque professionalità allorquando devono compiere delle attività importanti. Mi spiace che Martelli se lo sia dimenticato, Cossiga me lo abbia ricordato, proprio il nuovo codice di procedura penale che ha promulgato il presidente Cossiga inserisce questa figura che è una figura moderna. Che è nelle giurisdizioni più civili ed avanzate, mentre prima il Pubblico Ministero era limitato, e doveva per accertamenti particolari avvalersi solo della Polizia giudiziaria, il nuovo codice ha previsto queste figure.
Per cui per l’accertamento della verità, nel processo penale, accertamento della verità significa anche a favore dell’indagato o dell’imputato, il Pubblico Ministero non ha limiti nella scelta delle professionalità di cui si deve avvalere. Io ho fatto questa attività all’interno del Dipartimento della Pubblica sicurezza.

Abbiamo svolto importanti attività con Arnaldo La Barbera, con Giovanni Falcone poi sulle stragi. Quando si è reso necessario realizzare un contributo esterno per il Pubblico Ministero, contenuto forse scevro da influenze del potere esecutivo, mi riferisco a indagini su colletti bianchi, magistrati, su eccellenti personalità della politica, il Pubblico Ministero ha preferito evitare che organi della politica e del potere esecutivo potessero incidere in quelle che erano le scelte della pubblica amministrazione presso la quale i vari soggetti operavano.
Nel fare questo ho fatto una scelta deontologica, cioè di rinunciare alla carriera, allo stipendio, per dedicare tutto il mio lavoro al servizio della magistratura. Questa scelta, anziché essere apprezzata è stata utilizzata dai miei detrattori che fino a ieri mi hanno attaccato in parlamento, al contrario.

Il ministro Brunetta non poteva non riferire che la concessione dell’aspettativa non retribuita che io avevo chiesto era perfettamente regolare, è stata vagliati da vari organi dello Stato, dal Ministero dell’Interno, dal Ministero della Funzione pubblica e dalla presidenza del Consiglio dei Ministri di Berlusconi, la stessa che mi ha attaccato in maniera così violenta e così assurda dicendo le fandonie che hanno fatto ridere gli italiani perché tutto questo can can che si muove nei miei confronti, questo pericolo nazionale, cioè una persona che da vent’anni lavora con i giudici e i Pubblici Ministeri nei processi di mafia, di stragi, di omicidi, di mafia e politica più importanti che si sono celebrati in Italia, rappresenta un pericolo.

Forse per loro! Per tutti quelli che mi hanno attaccato perché poi la cosa simpatica (è chiaro che ora sto zitto, non posso parlare sono legato al segreto) ma mi scompiscio dalle risate perché tutti i signori giornalisti che mi hanno attaccato, da Farina a Luca Fazzo a Lionello Mancini del Sole 24 ore, al giornalista della Stampa Ruotolo, sono i soggetti protagonisti delle vicende di cui mi stavo occupando. Questo è l’assurdo!

Gli stessi politici che mi stanno attaccando, sono gli stessi protagonisti di cui mi stavo occupando. Da Rutelli a Martelli, Martelli conosciuto ai tempi di Falcone. Parliamo di persone che comunque sono entrate nell’ottica della mia attività. Martelli nei computer di Falcone quando furono manomessi, Rutelli perché è amico di Saladino usciva dalle intercettazioni di Saladino, Mastella per le evidenze che tutti sappiamo e così via, poi dirò quelli che hanno parlato alla Camera al question time, quel giornalista che gli ha fatto il comunicato, cose da ridere! Tra l’altro questi non hanno nemmeno la decenza di far apparire un’altra persona.

No, compaiono loro in prima persona! Sapendo che loro entravano a pieno titolo nell’indagine. Questo è assurdo. Io continuo a ridere perché il popolo italiano che vede questo grande intercettatore, che avrebbe intercettato tutti gli italiani, ma che cosa andavo ad intercettare agli italiani? Per farmi sentire dire che non riescono ad arrivare alla fine del mese? Per sentir dire che i figli hanno perso il posto di lavoro o che sono disoccupati? Che c’è una crisi economica? Ma perché mai dovrei andare ad intercettare gli italiani? Ma quali sono questi italiani che hanno paura di Gioacchino Genchi?

Quelli che hanno paura di Gioacchino Genchi sono quelli che hanno la coscienza sporca, e quelli che hanno la coscienza sporca sono quelli che mi hanno attaccato. E con questo attacco hanno dimostrato di valere i sospetti che io avevo su di loro. Anzi, più di quelli di cui io stesso mi ero accorto, perché devo essere sincero, probabilmente io avevo sottovalutato il ruolo di Rutelli nell’inchiesta Why not.

Rutelli ha dimostrato probabilmente di avere il carbone bagnato e per questo si è comportato come si è comportato. Quando ci sarà la resa della verità chiariremo quali erano i rapporti di Rutelli con Saladino, quali erano i rapporti del senatore Mastella, il ruolo di suo figlio, chi utilizzava i telefoni della Camera dei Deputati… chiariremo tutto! Dalla prima all’ultima cosa. Questa è un’ulteriore scusa perché loro dovevano abolire le intercettazioni, dovevano togliere ai magistrati la possibilità di svolgere delle intercettazioni considerati i risultati che c’erano stati, Vallettopoli, Saccà, la Rai eccetera, la procura di Roma immediatamente senza problemi però apre il procedimento nei confronti del dottor Genchi su cui non ha nessuna competenza a indagare, perché la procura di Roma c’entra come i cavoli a merenda. C’entra perché l’ex procuratore generale di Catanzaro ormai fortunatamente ex, ha utilizzato questi tabulati come la foglia di fico per coprire tutte le sue malefatte e poi le ha utilizzate come paracadute per non utilizzarle a Catanzaro, dove probabilmente il nuovo procuratore generale avrebbe immediatamente mandato a Salerno.
Perché in quei tabulati c’è la prova della loro responsabilità penale. Non della mia. Quindi, non li manda a Salerno che era competente, non li manda al procuratore della Repubblica di Catanzaro che avrebbe potuto conoscere quei tabulati e quello che c’era, non li manda al procuratore della Repubblica di Palermo dove io ho svolto tutta la mia attività ma li manda a Roma che non c’entra niente.

Quindi si va a paracadutare questi tabulati sbagliando l’atterraggio perché in una procura che non ci azzecca nulla. Perché tra l’altro in quei tabulati c’erano delle inquisizioni che riguardavano magistrati della procura della Repubblica di Roma! Su cui stavamo indagando. Ora la procura di Roma indaga su di me e sui magistrati della procura della Repubblica di Roma. Si è ripetuto lo scenario che accadde tra Salerno e Catanzaro e si è ripetuto lo scenario che era già accaduto tra Milano e Brescia all’epoca delle indagini su Di Pietro. Con la sola differenza che all’epoca si chiamava Gico l’organo che fece quelle attività, adesso si chiamano Ros, ma sostanzialmente non è cambiato nulla.

In ultima analisi dico che io sono comunque fiducioso nella giustizia. Hanno cercato di mettermi tutti contro, hanno cercato di dire ad esempio, nel momento in cui c’era un rapporto di collaborazione con la procura di Milano anche fra De Magistris e la procura di Milano, un’amicizia personale fra De Magistris e Spataro, che siano stati acquisiti i tabulati di Spataro. Assurdo! Non è mai esistita un’ipotesi del genere. Nemmeno per idea! Come si fa a togliere a De Magistris l’appoggio della magistratura associata? Diciamo che ha preso i tabulati di Spataro. Come si fa a mettere il Csm contro De Magistris? Diciamo che ha preso i tabulati di Mancino.

Adesso i Ros dicono che nei tabulati che io ho preso ci sono, non so quante utenze del Consiglio superiore della magistratura. Non abbiamo acquisito tabulati del Csm, sono i signori magistrati di cui abbiamo acquisito alcuni tabulati, quelli sì, tra cui alcuni della procura nazionale antimafia ben precisi, due, solo due, che hanno contatti col Csm.

Ha inquisito il Quirinale! Ma quando mai? Se però qualcuno del Quirinale ha chiamato o è stato chiamato dai soggetti di cui ci siamo occupati validamente, bisogna vedere chi dal Quirinale chi ha avuto contatti con queste persone, ma io non ho acquisito i tabulati del Quirinale. A parte che se fosse stato fatto sarebbe stata attività assolutamente legittima perché, sia chiaro, le indagini in Italia non si possono fare soltanto nei confronti dei tossici e magari che siano pure extracomunitari, oppure quelli che sbarcano a Lampedusa nei confronti dei quali è possibile fare di tutto, compresa la creazione dei lager.

La legge è uguale per tutti. Tutti siamo sottoposti alla legge! Perché sia chiaro. Questo lo devono capire. Nel momento in cui a questi signori li si osa sfiorare solo da lontano, con la punta di una piuma, questi signori si ribellano e distruggono le persone che hanno solo il coraggio di fare il proprio lavoro.
Gli italiani questo l’hanno capito. E hanno capito che questo dottor Genchi di cui hanno detto tutte le cose peggiori di questo mondo… e io adesso pubblicherò tutti i miei lavori, dal primo sino all’ultimo pubblicherò tutte le sentenze della Corte di Cassazione, delle Corti d’Appello, delle Corti di Assise, dei tribunali che hanno inflitto centinaia e centinaia di anni di carcere col mio lavoro.
Ma le sentenze di cui io sono più orgoglioso non sono le sentenze di condanna, ma sono le sentenze di assoluzione! Sono quelle persone ingiustamente accusate anche per lavori fatti dal Ros che sono state assolte grazie al mio lavoro e che rischiavano l’ergastolo! E che erano in carcere. Persone che erano in carcere perché avevano pure sbagliato l’intestatario di una scheda telefonica. E adesso questi signori vengono ad accusare me di avere fatto lo stesso lavoro che loro… ma non esiste completamente!
Tutte queste fandonie e la serie di stupidaggini che sono state perpetrate addirittura in un organismo che è il Copasir! Che si deve occupare dei servizi di vigilanza sulla sicurezza, non sui consulenti e sui magistrati che svolgono la loro attività sui servizi di sicurezza! Noi abbiamo trovato delle collusioni di appartenenti ai servizi di sicurezza, con delle imprese che lavorano per i servizi di sicurezza, che lavorano nel campo delle intercettazioni, che costruiscono caserme con appalti dati a trattativa privata per milioni di euro, noi stavamo lavorando su quello! Stavamo lavorando su quello e ci hanno bloccato perché avevano le mani in pasta tutti loro! Questa è la verità.

Questa è la verità e adesso mi hanno pure dato l’opportunità di dirla perché essendo indagato io non sono più legato al segreto perché mi devo difendere! Mi devo difendere con una procura che non ci azzecca nulla con la competenza, la procura di Roma, mi difenderò alla procura di Roma.

Però sicuramente la verità verrà a galla! E non ci vogliono né archivi né dati perché sono tre o quattro cose molto semplici. Le intercettazioni di Saladino utili saranno una decina, quando fu intercettato prima che De Magistris iniziasse le indagini, ma sono chiarissime! E l’attacco che viene fatto nei miei confronti parte esattamente dagli stessi soggetti che io avevo identificato la sera del diciannove luglio del 1992 dopo la strage di via D’Amelio, mentre vedevo ancora il cadavere di Paolo Borsellino che bruciava e la povera Emanuela Loi che cadeva a pezzi dalle mura di via D’Amelio numero diciannove dov’è scoppiata la bomba, le stesse persone, gli stessi soggetti, la stessa vicenda che io trovai allora la trovo adesso!
Ancora nessuno ha detto che io sono folle. Anzi, sarò pericoloso, terribile ma che sono folle non l’ha detto nessuno. Bene allora quello che io dico non è la parola di un folle perché io dimostrerò tutte queste cose. E questa è l’occasione perché ci sia una resa dei conti in Italia. A cominciare dalle stragi di via D’Amelio alla strage di Capaci. Perché queste collusioni fra apparati dello Stato servizi segreti, gente del malaffare e gente della politica, è bene che gli italiani comincino a sapere cosa è stata.”

Italia dall’estero: il solito giornale comunista, il New York Times, torna alla carica di Berlusconi

Si si, siamo alle solite i giornali comunisti invidiosi delle capacitá ed incredibili risultati di Silvio Berlusconi, lo denigrano, inventano accuse e addirittura pretende che la condanna a Mills avrebbe dovuto dare un colpo da ko al governo stesso. Poveri illusi, per fortuna in Italia ancora l’informazione pseudo-sovietica del New York Times non fa breccia, viva la Democrazia, viva la libertá, per fortuna che Silvio c’é!!!

Preso da: Italiadallestero.info

Link all’articolo originale: New York Times

L’Italia condanna un avvocato per aver preso una tangente per proteggere il Premier
Pubblicato mercoledì 18 febbraio 2009 in USA

[New York Times]

Roma – Martedì il tribunale di Milano ha presentato una sentenza che manderebbe le istituzioni politiche di molti paesi in tilt. Ha accusato l’avvocato inglese David Mills di aver accettato 600.000 dollari per mentire al fine di proteggere il Presidente del Consiglio italiano, Silvio Berlusconi.

In Italia, la sentenza non era nemmeno una delle notizie principali al telegiornale della sera. Questo onore è andato al maggior opponente politico di Berlusconi, Walter Veltroni, che si è dimesso martedì dopo la netta sconfitta del suo partito lunedì alle elezioni per presidente della Sardegna, in cui il candidato del Partito Democratico ha perso contro il figlio del commercialista di Berlusconi. Così la storia del giorno non era sulla corruzione, ma sulla presa di potere sempre più asfissiante di Berlusconi in Italia.

Mills afferma che farà ricorso in appello. “Sono innocente, ma questo è un caso altamente politicizzato” ha affermato in una dichiarazione.

In effetti Berlusconi è stato un co-imputato fino all’anno scorso, quando ha fatto passare una legge in Parlamento che garantisce alle più alte cariche, in particolare a sè stesso, l’immunità contro l’azione giudiziaria mentre è in carica.

Nonostante le logiche irrazionali della politica italiana, la sentenza piuttosto che una sconfitta per Mills, sembra l’ennesima vittoria per Berlusconi il quale in 15 anni di dominio della vita politica italiana è riuscito a trasformare ogni sconfitta legale in capitale politico.

Un miliardario che possiede il più grande impero mediatico privato in Italia, Berlusconi è stato ripetutamente accusato di corruzione, solo per vedere le accuse rovesciate in appello o appassire quando cadevano in prescrizione. Lui si è dichiarato innocente in tutti i casi. Più Berlusconi sfrutta il sistema a suo vantaggio, più gli italiani sembrano ammirarlo.

“C’è una parte della società italiana che pensa che sia scandaloso che ci sia un Presidente del Consiglio che ha affrontato così tante accuse, che abbia un enorme conflitto di interessi” ha affermato Sergio Romano, un editorialista per il quotidiano Corriere della Sera. “Probabilmente è una minoranza, ma è abbastanza rumorosa”.

“Credo che la domanda che ci dobbiamo porre è perché c’è una parte della società italiana che non è scandalizzata” ha aggiunto.

La maggior parte degli italiani non può neanche fare ordine fra i vari casi giudiziari di Berlusconi. Sembra che anche lui ci riesca appena. “Sono il detentore universale di un record per il numero di processi nella intera storia dell’uomo e anche delle creature che vivono negli altri pianeti,” ha detto l’anno scorso.

Roberto D’Alimonte, un professore di scienze politiche all’Università di Firenze, ha affermato: “Le sole persone che si preoccupano fanno parte della minoranza anti-Berlusconi. La pubblica opinione non si preoccupa. Tutto questo è parte del fenomeno Berlusconi.”

C’è anche una specie di condiscendenza cattolica, per la quale è accettato che gli esseri umani sono peccatori.

Alexander Stille, l’autore del “Sacco di Roma”, un resoconto critico dell’ascesa di Berlusconi, afferma che la maggior parte degli italiani “si sono convinti che la politica sia un affare sporco, che tutti abbiano degli scheletri nell’armadio. I giudici hanno prestato più attenzione a Berlusconi che a tanti altri cittadini, per cui hanno trovato più scheletri nell’armadio”.

Berlusconi è entrato in politica nel 1994, sulla scia di uno scandalo di corruzione nel quale un terzo del Parlamento è stato coinvolto. La magistratura allora era vista come una eccellente braccio del governo.

Ma nel corso degli anni, Berlusconi è riuscito a trasformare la percezione dell’opinione pubblica nei confronti della magistratura con le sue incessanti accuse secondo le quali i magistrati sono ideologi di sinistra che lo hanno preso ingiustamente di mira. “C’è una parte del paese che è spaventata della sinistra; hanno paura della sinistra e Berlusconi approfitta di quelle paure” ha spiegato Romano.

A dicembre, i Pubblici Ministeri hanno accusato Mills di aver accettato denaro nel 2000 in cambio di aver fornito falsa testimonianza nei processi del 1997 e 1998, collegati alle compagnie estere che Mills aveva contribuito a creare negli anni novanta per la Fininvest, la società per azioni di Berlusconi.

I Pubblici Ministeri affermano che Mills non abbia rivelato alla corte che due compagnie estere che compravano diritti cinematografici negli Stati Uniti erano collegate a Berlusconi, secondo quanto riportato da Associated Press. Hanno anche detto che Mills non ha rivelato una telefonata con Berlusconi nella quale i due discussero quelli che furono definiti pagamenti illeciti da parte di Berlusconi al leader socialista Bettino Craxi, morto nel 2000.

Martedì Mills ha ricevuto una condanna di quattro anni e mezzo, ma è improbabile che vada in prigione. Secondo la legge italiana, la reclusione comincia solo dopo una sentenza definitiva. È anche improbabile che i due successivi appelli si concludano prima del 2010, quando il limite di dieci anni per la prescrizione sarà scaduto. Analogamente, se Berlusconi rimane in carica fino a quel momento, il caso contro di lui sarà estinto.

I Pubblici Ministeri di Milano incominciarono a investigare Mills nel 2004, dopo un soffiata delle autorità londinesi, quando il commercialista di Mills si era fatto avanti denunciando il potenziale uso improprio di denaro.

Nel 2004, Mills scrisse al suo commercialista, Bon Drennan, riguardo alla situazione fiscale di un pagamento fatto da Berlusconi. In una lettera a Drennan, Mills scrisse: “Non ho mentito, ma ho aggirato ostacoli molto complicati, per dirla con un eufemismo e ho tenuto Mr B. fuori da un mare di guai nei quali l’avrei gettato se solo avessi detto tutto quello che sapevo”, secondo una copia della lettera che è stata ampiamente pubblicata.

In cambio della sua testimonianza, ha affermato, ha ricevuto denaro che “poteva considerare come un prestito a fondo perduto o un regalo”.

Nel luglio 2004, Mills disse ai Pubblici Ministeri di Milano che la lettera era corretta e che aveva ricevuto 600 mila dollari da collaboratori di Berlusconi come premio per aver fornito una testimonianza favorevole. Più tardi Mills ha ritrattato la sua dichiarazione.

Mills è l’ex marito del Ministro per le Olimpiadi britannico, Tessa Jowell, che in una dichiarazione di martedì emanata dal suo ufficio ha affermato: “Questo è un colpo terribile per David e, nonostante la nostra separazione, non ho mai dubitato della sua innocenza.”

Il Pubblico Ministero nel processo Mills, Fabio de Pasquale, ha messo in dubbio la legalità della legge che garantisce l’immunità a Berlusconi e alle più alte cariche dello stato. La Corte Costituzionale non ha ancora emesso una decisione sulla questione.

Le cronache in autunno hanno riportato che Berlusconi stava pensando di nominare Niccolò Ghedini, il suo avvocato, a una posizione vacante nella Corte Costituzionale. In un’intervista lo scorso autunno Ghedini ha affermato che sarebbe stato improbabile, ma non a causa del suo coinvolgimento nei processi del Presidente del Consiglio. “No, niente affatto” ha affermato allora. “Ma perché mi piace fare l’avvocato. Non vorrei mai diventare giudice”.

Italia dall’estero: solo gli elettori del centro destra non si accorgono di avere un leader vergognoso?

Ma veramente lo spauracchio dei rossi mangiabambini (e poi dove siano tutti sti comunisti lo devono ancora spiegare) basta per far continuare a votare un signore vergognoso, bugiardo, corruttore da sempre, nonostante tutto? Meglio addirittura della scheda bianca o magari di una sacrosanta astensione per mancanza di meno peggio, o per un giusto rifiuto di votare il meno peggio? Sará meglio che molti piú italiani di quelli attuali (per ora per lo piú ex di sinistra che ex destra) si stanchino e smettano di votare gente come questa. Tanto piú un caso vergognoso come il piú antiliberale, meno uomo di stato e piú corruttore di tutti i presidenti del consiglio della storia d’Italia e probabilmente della storia delle democrazie occidentali.

tratto da: http://italiadallestero.info/archives/3410

(articolo originale in Tedesco: link)

Il caso Englaro dimostra la pericolosità di Berlusconi
Pubblicato martedì 10 febbraio 2009 in Germania
[Tagesschau]

Anche se a volte viene qualche dubbio, l’Italia è uno Stato di Diritto. E ieri in Italia ha vinto il Diritto. Eluana Englaro, la paziente di 38 anni in coma, è morta, quattro giorni dopo la sospensione dell’alimentazione e dell’idratazione artificiali. Alla base di questa forma passiva di accompagnamento alla morte c’era una sentenza della corte d’appello di massimo grado.

Quello che tuttavia irrita è il comportamento assolutamente contrario allo Stato di Diritto del presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi, che ha avuto mesi per varare una legge sulle disposizioni dei pazienti. Invece Berlusconi si è dato da fare seriamente solo venerdì scorso, giorno in cui è stato improvvisamente sopraffatto dall’urgenza del caso di Eluana Englaro. Allora, tutt’a un tratto, si è reso necessario un decreto d’urgenza che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non ha potuto firmare a causa della sua incostituzionalità.

PROBLEMA CON LA DIVISIONE DEI POTERI

Che si sia trattato di un intrigo risulta ancora più evidente se si legge la prima pagina del giornale di Berlusconi, Il Giornale, che è uscito oggi con un grande titolo, “L’hanno uccisa”, e che ha criticato apertamente il Presidente della Repubblica. “Avrebbe potuto impedirlo, complimenti Napolitano”, scrive cinicamente.

Berlusconi ha un problema con la divisione dei poteri del suo paese, questo va riconosciuto. Non ha paura né di attaccare il Capo dello Stato, né ha rispetto per le sentenze della suprema corte d’appello italiana, se questi non coincidono con i suoi piani. Spadroneggia in Parlamento, che in base alle sue disposizioni vara o respinge le leggi a piacimento, come è successo nel caso Englaro. E qualcos’altro è risultato chiaro: il capo del Governo controlla quasi tutte le televisioni e molti giornali e fa un uso vergognoso di questo potere. Nessuno parla del suo conflitto d’interessi, che lui – nonostante le promesse – non ha mai risolto.

Berlusconi governa il paese come un signorotto feudale. Si comporta come se guidasse una Vespa nel traffico caotico di Roma: ignora i semafori rossi, se c’è coda sale sul marciapiede, e nel dubbio la colpa è sempre degli altri. Quest’uomo, che oltre alle battute sul colore della pelle del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, racconta anche spesso in pubblico barzellette sui campi di concentramento (l’ultima volta è successo il 17 gennaio, senza che i media italiani ne abbiano parlato), non è solo insopportabile. E’ soprattutto pericoloso. Pericoloso per la democrazia, pericoloso per l’immagine del Paese. Non persegue gli interessi dell’Italia, persegue solo i suoi.

FARE EDUCATAMENTE FINTA DI NIENTE È LA STRATEGIA SBAGLIATA

Silvio Berlusconi all’estero viene spesso sottovalutato, come “un pazzo che non va preso sul serio”, che cerca solamente di attirare l’attenzione con le sue ripetute uscite. Io credo che questo sia un grande errore. Sorridere e fare educatamente finta di niente davanti a questo o a quel passo falso è proprio la strategia diplomatica più sbagliata. Quest’uomo va preso sul serio, bisogna tenerlo d’occhio, bisogna criticarlo. E non dimentichiamo che quest’anno l’Italia ha la presidenza del G8.

Quel che fa più male: nel caso Eluana il comportamenteo di Berlusconi è stato sostenuto, se non addirittura ispirato, dalla Chiesa cattolica. Ovviamente la Chiesa si batte contro ogni forma di eutanasia – questo è sacrosanto. Ma che nel farlo stringa anche alleanze con Berlusconi, invece di criticarlo apertamente per la sua politica pericolosa, è un vero peccato.

In occasione del vertice italo-tedesco di Trieste il Presidente del Consiglio italiano si è nascosto dietro una colonna e è sbucato facendo allegramente cucù all’arrivo della cancelliera tedesca. Purtroppo molti italiani non hanno ancora capito che razza di tipo abbiano effettivamente eletto.

Relativismo Etico!!!

big-lobo69

da Viaggio nel Silenzio.

ps: Interessante video sul pensiero della chiesa su chi deve intervenire in caso di reati legati alla pedofilia … dalla polizia si va, “forse”, “eventualmente”, “dipende” …