Archive for the ‘ Libri/Books ’ Category

Daniele e la sua passione per la Maratona

Daniele ha come me e tanti altri, una passione per la corsa e la Maratona. Dopo la sua prima esperienza in maratona ha deciso di pubblicare un libro, usando il servizio online Lulu, dove ha raccolto la storia del suo esordio in maratona. Ha incluso i post ed i commenti del suo blog, per tutta la durata della preparazione alla maratona. Questo è il link al relativo post nel blog di Daniele, che parla del suo “Da 0 a 42,195 km”, acquistabile in formato digitale o cartaceo tramite questo link, dal sito Lulu.com!

Introduzione del libro: “Questo libro porta su carta l’insieme di articoli ed i relativi commenti apparsi sul mio blog dal momento in cui è nata l’idea di voler partecipare alla Maratona di New York. In queste pagine si ritrovano tutte le sensazioni provate da gennaio 2007 fino al 4 novembre 2007, giorno in cui si è corsa la gara. L’idea, la preparazione, gli imprevisti, la fatica, la gioia e l’entusiamo: tutto quello che ho vissuto per diventare un New York City Marathon Finisher. Non ho mai corso in vita mia, è stata una sfida nata dal nulla e questo è il suo racconto.” daniele_book.jpg

Sony Reader: l’ho cercato, l’ho voluto, ora e’ mio!!!

Da tempo seguivo l’evoluzione dei prodotti per leggere, che cercano in qualche modo di sostituire un libro. Ovviamente io sono il primo a non voler archiviare il libro, ed il gusto di avere la carta sotto le mani. Pero’, per tutta una serie di motivi, lavorativi e non, penso che un aggeggio del genere possa essere di grande utilita’, e nel mio caso, certamente risparmiera’ tantissime inutili stampe.
Volevo averlo fra le mani per 20 minuti, per capire la qualita’ di questa superfice, e se appunto appaia piu un monitor o piu simile alla carta. L’impressione e’ stata subito buona, piu carta che monitor. Per la precisione, pare come un foglio di carta, messo sotto ad un sottlissimo strato di plastica trasparente. La qualita’ e’ come quella di una stampa di qualita’ media, ma direi sufficiente per leggere (anche i grafici e le immagini non sono male, non di qualita’ eccelsa). L’unica differenza il colore non e’ nerissimo per i caratteri piccoli, ma tutto sommato l’ho preso, proprio perche’ ero piu che soddisfatto, e l’occasione di pagarlo in dollari non mi capitera’ presto. Ecco sotto una foto mentre sfoglio il libro “La Casta”, in versione PDF!!!

lacastareader.jpg

eBook reader: Kindle, il turno di Amazon

E’ il turno di Amazon nel lanciare un lettore digitale, che cerchi di sostituire un libro. Preso per buono che la sostituzione completa è lontana anche da essere ipotizzata, terrò un occhio su questo prodotto, se si dovesse rivelare fatto bene (non vedo l’ora di provarne uno per una mezz’ora) credo che potrei certamente tenerlo in considerazione. Ancora devo provare il Reader della Sony e l’Iliad. Ma fatto da Amazon, con l’integrazione con il loro portale sui libri, ha certamente più speranze di altri di essere utilizzato. kindle.jpg

Daniel’s Running Formula: da usare per la prossima primavera

Stavo riguardando un libro sulla corsa, che ho preso mesi fà. Come tanti ha delle tabelle, per farsi un piano di allenamenti, in particolare una tabella da 24 settimane, di livello avanzato, per correre la maratona. Devo dire che è bella tosta e non dubito sul fatto che facendola bene, ci si ritrovi con una ottima preparazione. Mesi fà, non mi sentivo molto pronto per un piano del genere, ma con l’allenamento degli ultimi 6 mesi, devo dire che sto proprio pensando di usare le tabelle di Daniel’s Running Formula, come base per la preparazione delle maratone di primavera 2008. Contando che Belfast è la prima settimana di Maggio, togliendo 24 settimane a ritroso, si partirebbe troppo presto, cioè lunedi prossimo, ahahah! Allora probabilmente il programma lo abbasserò a 20 settimane, cioè a partire dal 17 Dicembre, inoltre facendo le prime 2 settimane belle leggere (arrivando dall’ultima maratona autunnale, che sarà il 2 Dicembre).

ps: spero che il buon Jack Daniels (si è il nome dell’autore) non ne avrà a male se fra un pò pubblicherò nel blog la versione personalizzata da me (e per me) delle suo programma da 24 settimane per la maratona.

danielsrunningformula.jpg

Semantic Web: Se non riesci ad entrare nel Web 2.0 lascia che il Web 2.0 entri dentro di te

mda_ontologydev.jpg ontology_matching.jpg owl_book.jpg

Heartland.it: Last 2 free issues, “AMERICA vs AMERICA” and “The Eastern Challenge”

Other two numbers of Heartland.it, freely downloadable (see below for links).

book_the_eastern_challenge.gif

PDF from this web site
PDF from original site
book_america_vs_america.gif

PDF from this web site
PDF from original site

Grazie signor Amazon …

E’ arrivata la spesa di libri, ne manca solo uno, ma la spedizione più economica di Amazon.com è nettamente più veloce di quanto indicato nel sito, per questo resta quasi sempre decisamente più conveniente fare la spesa di libri su Amazon.com invece degli amazon europei (co.uk, per esempio). Comunque come i bambini sulle caramelle, mi potrò buttare su:

amazon_gravitysrainbow.jpg amazon_asinglepebble.jpg
amazon_atlasshrugged.jpg amazon_ultramarathon.jpg
amazon_symfony.jpg amazon_godelsproof.jpg
amazon_danielsformula.jpg amazon_roadracing.jpg
amazon_advancedmarathoning.jpg

update 17/4: è arrivato anche l’ultimo, mitico Amazon :)

iLiad eReader: Lo voglio (I WANT IT)

English: After reading an article on IEEE Spectrum with a review about the iLiad eReader, one of the few devices that can be called digital book, I did a couple of search on the Web! The nice device is quiet expensive, and there are cheaper competitors, like the Sony Reader. But, there is a some good details for the iLiad. The used tecnology, makes the surface perceived by the human eye like a surface made of paper (and not like a high definition display). So, I really would like to have it in my hands, before to decide if it is the case to put money for it. So I will try to find it in any shop (and if I catch it I would not forget to do a deeply review, in the hope to do a very positive one). A remarkable details is that the surface is a touch screen, so you can add notes! Finally, if the promises are true, it’s an electronic book to read on a surface similar to paper, that give the possibility to add notes. Ok, probably the feeling of a traditional book will never be substituted, but a little nice device like this can definitely let me move all my IT library to an e-library.

ps: the reflex should be non like a display but again similar to paper, so using this device in an open space with a strong light, should be realistic

Italiano: Dopo aver letto un articolo su IEEE Spectrum a riguardo dell’iLiad eReader, uno dei pochi dispositivi che si posson chiamare digital book, mi sono precipitato ad individuarlo su web! L’aggeggino non costa poco e ci sono concorrenti più economici, come il Sony Reader. Ma c’è un punto a suo favore, la tecnologia che usa fa si che la superficie utilizzata venga percepita dall’occhio come la carta (e non come un monitor a definizione particolarmente alta). Insomma mi piacerebbe averlo fra le mani un pochetto prima di poter decidere seriamente su un possibile acquisto, quindi cercherò di scovarlo in qualche negozio (se dovessi agguantarne uno non mancherò di fare una piccola review, nella speranza di doverne tessere le lodi in modo spudorato). Fra le altre cose essendo touch screen si possono aggiungere note!
Insomma, se le promesse sono mantenute, un libro elettronico da leggere su una superficie simile alla carta, su cui fare note. Certo, la sensazione del libro non si toglierà mai, ma la comodità di un aggeggino del genere potrebbe certamente farmi spostare tutti i libri informatici nell’iLiad in un batter d’occhio!

ps: anche il riflesso non è quello di un monitor ma simile alla carta, quindi l’utilizzo all’aperto con luminosità forte è molto più realistico che con un normale display

Read more

Heartland, nuovo numero: Defusing Tehran

Defusing Tehran

Download da Heartland: PDF
Download locale: PDF

Libri: ultimo acquisto e prossimo acquisto

Mi appresto a leggere Le Mille Balle Blu, di Marco Travaglio, che certamente mi saprà stupire con qualche perla che mi sono perso sul personaggio che ha ulteriormente inquinato il fiume (già bello sporco) della politica italiana
Inoltre vengo a sapere ora della nuova uscita dei Wu Ming di Bologna, Free Karma Food, che ben presto cercherò di acquistare. Da IBS.it: “Nell’anno 2025, dopo la catastrofe passata alla storia come Morìa, l’economia dei consumi ha trovato un nuovo modo per nutrirsi di se stessa e la risorsa più preziosa è un nuovo cibo da ricchi. John Smith Jones è il migliore: cacciatore di Central New York City, maschio alfa di una nuova razza di predatori. John Smith Jones è il migliore: quando fa un errore è un errore madornale. L’unico che un ammazzacarne non può permettersi. In meno di ventiquattr’ore ce li ha tutti addosso, soprattutto i vecchi amici. Nuova epopea pop firmata Wu Ming 5, “Free Karma Food” è lo specchio apocalittico del presente reale con le sue nevrosi biochimiche e di un futuro possibile che puzza di alcool etilico e carne bruciata.”